Aree

Venerdì 18 gennaio, alle ore 18:00, presso l’aula magna dell’Istituto Comprensivo “Nino Martoglio” di via Caracciolo, si è tenuta la cerimonia di premiazione dell’ottava edizione del  “Premio Tiche”, iniziativa promossa dall’ associazione culturale “Dueppiù per la città che vorrei”.

Tra le novità di quest’anno, il conferimento dei “Premi eccellenza”, rivolto a quegli alunni degli istituti comprensivi che si sono particolarmente distinti in alcuni ambiti e che sono stati segnalati direttamente dalle scuole.

Il Premio, ha spiegato, in un precedente intervento,il presidente dell’associazione Sergio Pillitteri, intende valorizzare le personalità culturali,artistiche e sociali della città che si sono distinte nell’ attività pubblica, contribuendo al progresso di Siracusa. Non solo. Il premio mira anche a portare alla ribalta giovani talenti che grazie allo studio, alla formazione continua e all’ impegno, raggiungono risultati ragguardevoli a scuola e in attività extra-scolastiche."

In relazione a tale iniziativa,Il nostro Istituto Comprensivo “Elio Vittorini”, insieme ad altri istituti, ha avuto l’immenso piacere di vedere protagonisti alcuni suoi studenti, ai quali è stato conferito il premio.

Per la scuola primaria, sono stati infatti premiati, Raffaele Serra, per il precoce e tenace talento musicale, dal momento che il nostro “ piccolo studente” ha dato prova di saper coniugare gli impegni scolastici con la sua più grande passione, quella cioè di cimentarsi nello studio della batteria, e Mirea Bramante , "un’ attrice in erba” che, già da tempo, porta avanti il suo sogno, studiando e interpretando ruoli in diverse rappresentazioni teatrali, frutto di studi  accademici condotti nell’ ambito dell’ INDA di Siracusa.

E, infine, ma non ultima, viene premiata come eccellenza per la scuola secondaria,Pan Alessandra Ja, il cui curriculum ha rivelato particolari attitudini per le materie letterarie e linguistiche, raggiungendo livelli di padronanza molto alti in italiano, inglese, francese e cinese. Nel contempo, la giovane ha dimostrato, con il suo vissuto, di saper mantenere vivo il ricordo delle sue tradizioni cinesi, coniugandole con il diverso contesto socio- culturale del territorio di accoglienza, rivelandosi una studentessa “serena” e perfettamente integrata con i compagni, i docenti, la scuola e il suo quartiere.

Un momento di intensa partecipazione cittadina, quello di venerdì, che i nostri studenti hanno condiviso con il Dirigente Scolastico Pinella Giuffrida, con le docenti, Di Stefano Giuseppina, Nanì Maria e naturalmente con le loro famiglie.

 Vedi articolo giornale on line Siracusa 2000